Il Biologo Nutrizionista

Il Nutrizionista è un biologo abilitato all’esercizio della professione ed iscritto all’Ordine Nazionale dei Biologi. L’iscrizione all’ordine conferisce il titolo giuridico per svolgere la professione. Il possesso di Specializzazione in Scienze dell’Alimentazione, Master, Attestati di corsi di formazione sono titoli culturali e formativi che consentono di svolgere con più competenza la professione. (Il Biologo Nutrizionista, Vademecum p.17).


Ambito professionale

Determinazione della dieta ottimale umana individuale in relazione ad accertate condizioni fisiopatologiche.
Determinazione delle diete ottimali per mense aziendali, collettività, gruppi sportivi, etc in relazione alla loro composizione ed alle caratteristiche del soggetto.
Determinazione di diete speciali per particolari accertate condizioni patologiche in ospedale, nosocomi, ecc
Riferimento
Il Biologo Nutrizionista, Vademecum p.17.

Autonomia e professionalità

Il Biologo Nutrizionista può svolgere la professione in totale autonomia (in casi particolari, quali bambini, donne in gravidanza, patologie, ecc) puo’ richiedere l’ausilio del Medico o dello Specialista per elaborare lo studio nutrizionale. Al professionista è fatto obbligo di conoscere il Codice Deontologico e applicare quanto in esso contenuto.
Riferimento
Il Biologo Nutrizionista, Vademecum p.17, p.19

Cosa non può fare il biologo nutrizionista

Il Biologo Nutrizionista non puo’ fare diagnosi, prescrivere farmaci e analisi cliniche, utilizzare apparecchiature e attrezzature invasive fare “l’estetista”, associare i titoli di “naturopata”, e di etologo alimentare. Suddetto segue i principi sanciti dalla Sentenza n.16626 del 4/5/2005 della Corte Suprema di Cassazione n. Sez. VI.
Riferimento
Il Biologo Nutrizionista, Vademecum p.21, p.11

Il Ruolo

Il ruolo del Biologo Nutrizionista dovrebbe essere quello di dare all’utenza:
Una coscienza alimentare
Un supporto nutrizionale adeguato per ritrovare l’omeostasi metabolica.
Cio’ non significa soltanto dimagrire, ma raggiungere un’armonia con il cibo, che permetta di gestire al meglio le proprie attivita’ perche’ una sana alimentazione significa stile di vita piu’ salutare.
Ecco il motivo per cui, per l’espressione della professionalita’ della figura è necessario e indispensabile il rapporto diretto con l’utente (non attraverso sistemi a distanza).
Riferimento
(Il Biologo Nutrizionista, Vademecum p.11).

Biologo nutrizionista, farmacista e dietista…chi puo’ prescrivere diete?

Il Biologo in possesso di laurea di cinque anni iscritto nella Sez.A dell’Ordine Nazionale dei Biologi può svolgere la professione di Biologo nutrizionista in totale autonomia e firmare diete e consulenze nutrizionali.
Il Farmacista è un professionista sanitario in possesso di laurea quinquennnale (facoltà di medicina), iscritto all’Ordine Nazionale dei Farmacisti ma non puo’ prescrivere diete. (Comunicato del Ministero della Salute).
Il Dietista è un professionista sanitario in possesso di laurea triennale (facoltà di medicina) che organizza e coordina le attività specifiche relative all’alimentazione in generale e alla dietetica in particolare; collabora con gli organi preposti alla tutela dell’aspetto igienico-sanitario del servizio di alimentazione; elabora, formula ed attua le diete prescritte dal medico o dal biologo e ne controllano l’accettabilità da parte del paziente (DM 2/4/01 MIUR – G.U. n.128 del 5/6/2001 all.3,classe 3). (www.onb.it)
Normativa di Riferimento
Legge 396/07 G.U. n. 149 del 16.06.1967
DPR 328/2001 G.U. n. 190 suppl.ord, 17.08.2001
DM n. 362 del 22.07.1993 G.U. n. 219 17.09.93
(Il Biologo Nutrizionista, Vademecum p.11).