FAQs: Frequently Asked Questions

In questa sezione è possibile trovare chiarimenti e suggerimenti per saperne di più sul mondo dell'alimentazione, sui cibi, sulla nutrizione, sui servizi dello Studio Nutrizionistico Giorleo, anche con rimandi a pagine e/o articoli di approfondimento, presenti nel sito stesso.

Il biologo può eseguire prelievi o atti invasivi sul paziente?

No, assolutamente.
Il Biologo Nutrizionista non puo’ fare diagnosi, prescrivere farmaci e analisi cliniche, utilizzare apparecchiature e attrezzature invasive fare “l’estetista”, associare i titoli di “naturopata”, e di etologo alimentare.
Suddetto segue i principi sanciti dalla Sentenza n.16626 del 4/5/2005 della Corte Suprema di Cassazione n. Sez. VI.
Il Biologo Nutrizionista, Vademecum p.21, p.11

Il biologo nutrizionista puo’ rilasciare diete?

Si, certamente.
Il Biologo in possesso di laurea di cinque anni iscritto nella Sez.A dell’Ordine Nazionale dei Biologi può svolgere la professione di Biologo nutrizionista in totale autonomia e firmare diete e consulenze nutrizionali.

Normativa di riferimento
Legge 396/07 G.U. n. 149 del 16.06.1967
DPR 328/2001 G.U. n. 190 suppl.ord, 17.08.2001
DM n. 362 del 22.07.1993 G.U. n. 219 17.09.93
(Il Biologo Nutrizionista, Vademecum p.11).

Perché è importante fare la prima colazione

E’ un pasto che può prevedere anche il 30-35% del fabbisogno calorico del giorno.

Se fai la prima colazione in modo corretto la tua giornata ti renderà molto di più.

Sarai più concentrato e attento, i bambini seguiranno meglio le lezioni a scuola e saranno meno irrequieti o sonnolenti, avrai meno fame durante la giornata, sarai meno nervoso, e assimilerai di meno dagli alimenti che mangerai.

Il nostro corpo è una macchina meravigliosa progettata dall’evoluzione per far fronte alle carestie e alla scarsità di cibo (non all’eccesso come in questa epoca).

Se, ad inizio giornata, il messaggio che il corpo (e il cervello) riceve con la colazione è adeguato andrà tutto bene, se è scorretto, specialmente se la colazione è troppo scarsa o errata nei nutrienti, metterà in atto tutta una serie di meccanismi per far in modo che tu non muoia di fame.

In poche parole tenderà a farti ingrassare.

Al contrario se è troppo abbondante o pesante avrai sonno tutto il giorno, farai fatica a concentrarti, sarai svogliato e distratto e ingrasserai.

Le bevande alcoliche dissetano?

No, anzi disidratano perché l’alcoolo richiede maggiore quantità di acqua per il suo metabolismo.

L’alcool aiuta la digestione?

No, anzi la rallenta e produce ipersecrezione gastrica con alterato svuotamento gastrico.

La sauna fa dimagrire?

No, assolutamente!
Le saune fanno semplicemente eliminare sudore.
Lo stesso organismo provvederà a reintegrare le perdite cosicchè in poche ore il peso sarà quello di prima.

L’acqua fa ingrassare?

No, l’acqua non contiene calorie, e le variazioni di peso dovute all’ingestione o all’eliminazione sono momentanee e ingannevoli.

Fa bene bere durante i pasti?

Si, certamente, se mai se si eccede si allungheranno tempi della digestione per una diluizione dei succhi gastrici, ma un’adeguata quantita’ di acqua (600-700 ml), è utile per favorire i processi digestivi.

Quali sono le regole per un’ alimentazione equilibrata?

Equilibrio tra i vari nutrienti e “energia assunta = energia consumata”.

Ciò che mangi deve essere adeguato a quello che consumi. La quantità di energia che assumiamo deve essere uguale a quella che consumiamo, tenendo conto anche di quanta attività fisica facciamo.

Ma oltre alla quantità è importante anche che la qualità degli alimenti sia quella giusta.
La maggior parte dell’energia deve provenire dai carboidrati (circa il 55-65%) e dai grassi (20-30%), il resto dalle proteine (non più del 15%).
Possiamo facilmente ottenere questa divisione dell’energia se facciamo in modo che i vegetali costituiscano buona parte della nostra alimentazione.
Così avremo, con poche calorie, una grande ricchezza di elementi protettivi e nutrienti per il nostro organismo.

Perché l’attività fisica brucia calorie nell’immediato e a lungo andare aumenta il consumo di energia anche a riposo.

Fare attività fisica aiuta a dimagrire per due motivi: uno diretto e immediato, e uno indiretto, a lungo termine.

Quando ci muoviamo bruciamo calorie, quindi più ci muoviamo, più ne bruciamo.

A lungo andare, poi, aumenta la massa muscolare che essendo “attiva” brucia sempre calorie.

La massa grassa, invece, non consuma calorie.

Quindi dopo un po’ di tempo, aumentando i muscoli, aumenta anche il nostro metabolismo basale, che è la velocità con cui consumiamo energia anche stando a riposo.

Meglio la frutta sbucciata o intera?

Dipende… dalla frutta e dalle nostre abitudini.
Nel caso non sia possibile lavarla bene, si consiglia di togliere sempre un sottile strato di buccia dove potrebbero trovarsi i residui tossici dei pesticidi usati durante la coltura della frutta.
La buccia contiene tanta fibra, ma non più di quella che si assume mangiando la polpa del frutto, assai più gustoso e ricco di nutrienti e vitamine.
Quindi in realtà, anche togliendo la buccia, non rinunciamo a nessun beneficio nutrizionale particolare, se non ovviamente ad un po’ di fibra.

Il caffè fa male o fa bene?

No, non fa male. Ma neanche bene.
Le persone che non hanno problemi gastrici o di ipertensione possono bere fino a 4-5 tazzine di caffè al giorno, se il caffè è l’unica fonte di caffeina.
Ma se durante la giornata beviamo anche bevande a base di cola o tè, allora è meglio non bere tutte le tazzine che abbiamo a “disposizione”.
Per gli adulti è raccomandabile non superare i 300 mg di caffeina al giorno, non in un’unica volta; poiché ogni tazzina ne contiene da 40 a 100 il conto è presto fatto.
Le signore in gravidanza devono berne meno e meno ancora i bambini, in considerazione del minor peso e il frequente consumo di bevande tipo cola e di tè.

Il latte caldo fa bene la sera prima di dormire?

Si, è possibile.
Alcuni segmenti peptidici (“pezzetti” di proteina), derivanti dalla digestione del latte, svolgono, tra le altre attività biologiche (antiipertensiva, immunomodulatrice, endorfinica e antitrombotica ecc), un’azione rilassante e tranquillizzante.
Trova così un riconoscimento scientifico la consuetudine popolare di bere un bicchiere di latte caldo prima di dormire.
Anche il fatto che il latte deve essere caldo ha una motivazione.
Il latte, se caldo viene bevuto lentamente e a piccoli sorsi, in modo da formare nello stomaco piccoli coaguli che vengono poi digeriti meglio.

Quando usare integratori di vitamine e sali minerali?

Mai!
Possono servire solo in casi particolari.
Gli alimenti ci possono fornire tutto ciò di cui abbiamo bisogno e nelle giuste quantità e proporzioni.
Gli integratori si devono usare solamente in particolari casi in cui è stata accertata e documentata (con opportune analisi) una carenza di vitamine e di sali minerali alla quale non è possibile rimediare con la sola dieta, o in assenza di documentazione vi siano condizioni cliniche che ne inducono il sospetto.
Inoltre gli integratori non sostituiscono i fattori protettivi presenti negli alimenti e, se presi quando non ce n’è bisogno, possono portare ad un aumento eccessivo e non salutare di alcuni composti nel nostro organismo.
Un errore molto comune è quello di prenderli pensando che possano sostituire la frutta e la verdura: nulla di più sbagliato!

Perché mangiare lo yogurt?

Contiene i fermenti lattici vivi che aiutano i batteri “buoni” dell’intestino.
Gli yogurt contengono diversi tipi di fermenti lattici che svolgono un’azione benefica nell’intestino se lo raggiungono vivi e in gran numero!
Sebbene teoricamente tutti gli yogurt abbiano i lattobacilli, la loro numerosità e vitalità è assicurata solo se l’etichetta vanta la dicitura “contiene probiotici”.
I fermenti lattici infatti sono dei batteri che quando raggiungono l’intestino competono con i batteri “cattivi” sostituendosi a loro e migliorando così la flora intestinale.

Il sale iodato fa bene?

Sì, perché compensa la carenza di iodio, possibile in molte parti d’Italia.
Lo iodio è contenuto in molti alimenti, principalmente prodotti della pesca e uova.
Un’importante fonte di iodio è anche l’acqua, che in alcune zone d’Italia però non ne contiene abbastanza.
Per coprire possibili carenze si raccomanda l’uso di sale iodato.
Quindi meno sale in genere, ma quel poco sia iodato.

Se mangio “bene” vivo di più?

È stato dimostrato che uno stile di vita sano fatto non solo da una dieta equilibrata, ma anche da una moderata attività fisica, contribuisce ad allungare le nostre aspettative di vita. Le persone che hanno sempre seguito la dieta mediterranea sono spesso più longeve degli altri.

Una dieta ricca di frutta ortaggi e legumi, povera di prodotti animali (e tra questi soprattutto pesce, uova e latticini, ma poca carne), con pochi grassi da condimento, poco sale e poco zucchero è, insieme a uno stile di vita attivo, il modo migliore per ritardare le malattie ed invecchiare in buona salute.

Anzi, anche quando non si è proprio in perfetta salute (dopo un infarto del miocardio ad esempio), il cambiamento di dieta verso un’alimentazione mediterranea aumenta di moltissimo la sopravvivenza.

A cosa serve la fibra?

Pur non essendo un nutriente, la fibra è importante proprio perché non è assorbita dall’intestino se non in minima quantità. Infatti non ci è utile direttamente, ma è nutrimento dei “batteri buoni”, quelli che aiutano le funzioni intestinali.
Inoltre accelera la percezione della sensazione di sazietà, facendoci mangiare di meno, e interferisce anche con l’assorbimento dei grassi e degli zuccheri facendoci assumere meno calorie.

Dove riceve lo Studio Nutrizionistico Giorleo

Lo Studio Nutrizionistico Giorleo riceve c/o:

Analisi Cliniche Conforti
Via Settimio Mobilio, 16
84100, Salerno (SA)
Campania, Italia

Quali sono gli orari ed i giorni di ricevimento dello Studio Nutrizionistico Giorleo

Lo Studio Nutrizionistico Giorleo riceve nei seguenti giorni ed orari:

Lunedì: 15/16 e 19/21
Martedì: 15/16 e 19/21
Mercoledì: 18:30/20:30
Giovedì: 15/16 e 19/21
Sabato: 9/12 e 17/19

E’ consigliato bere prima della visita di controllo

Si è possibile bere.
Non incide sul peso che verrà rilevato durante la visita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *